Wave, Listen to Me! - Un viaggio nella follia di Minare e nella Radio
Anime e Manga Recensioni

Wave, Listen to Me! – Un viaggio nella follia di Minare e nella Radio

STIMA TEMPO DI LETTURA: 4 min

È piena notte, siamo in un bosco sulle montagne sopra Sapporo, qui una ragazza sta rispondendo alle domande degli ascoltatori mentre sta affrontando un pericolosissimo orso bruno. Cosa? Fermiamoci un’attimo. La prima reazione è spiazzante, ma sorprendente ed efficacie quanto basta per incuriosire anche il più scettico degli spettatori. Wave, Listen to Me!, disponibile in Italia su VVVVID col titolo originale Nami yo Kiitekure, è una serie sorprendente, purtroppo sottovalutata, che ci ha incuriosito fin dal primissimo trailer.

Leggi anche: Netflix: 3 Film Anime da vedere – Giugno 2020

 

Trovare la propria strada una volta adulti? È possibile

Wave, Listen to Me! - Un viaggio nella follia di Minare e nella Radio

Minare Koda è stata appena lasciata e ingannata dal suo ragazzo e sta sta sfogando tutta la sua frustrazione davanti ad uno sconosciuto in un pub, peccato che quello sconosciuto sia Kanetsugu Mato responabile e direttore della Radio MRS di Sapporo.

È proprio durante il suo turno come cameriera in un ristorante di cucina giapponese che Minare scopre che la sua conversazione della serata prima sta venendo trasmessa in onda. L’assalto di Minare allo studio radiofonico e la sua prima diretta in radio, mettono in moto una serie di eventi che la porteranno a dividersi tra il suo lavoro come cameriera al ristorante e quello come speaker radiofonica.

Una trama piuttosto inusuale per un anime che non sembra proporre spunti particolari per la trama ed invece qui dobbiamo fare i complimenti a Hiroaki Samura, autore originale del manga (pubblicato in Italia da Star Comics col titolo Born to Be on Air!) e celebre per L’immortale. La storia non si mostra mai banale e presenta situazioni assurde, al tempo stesso verosimili. I personaggi, sia per quanto riguarda il cast maschile che quello femminile, sono scritti benissimo ed ognuno ha modo nel corso della serie di mostrare a la propria personalità.

Perché il nome Minare?

Non risponderemo alla domanda, ma vi parleremo del personaggio senza cui quest’opera non sarebbe possibile. Tutti gli eventi della storia ruotano attorno a Minare Koda: una ragazza esuberante, fin troppo schietta e protagonista di numerosi sproloqui quasi senza senso e che suo malgrado finirà a volte per mettere in difficoltà le persone che gli stanno intorno.

Nella serie animata la doppiatrice di Minare, Riho Sugiyama, dà un importantissimo contributo alla sua caratterizzazione, dando mostra di una grande capacità recitativa anche nei momenti più concitati. In una serie in parte incentrata sul mondo della Radio l’aspetto della voce è importantissimo, ed anche gli altri protagonisti sono caratterizzati da un doppiaggio veramente degno di nota.

Siccome stiamo parlando di un Anime dobbiamo tenere d’occhio anche l’aspetto visivo e qui Tatsuma Minamikawa, per la prima volta alla direzione di una serie anime televisiva, ci ha sorpreso. Le scelte fatte per la realizzazione della serie passano dalla ricerca del realismo, all’assurdità delle immagini provenienti dall’immaginazione di Minare, fino ai siparietti comici realizzati con un’ottimo uso di inquadrature e espressioni caricaturali.
La colonna sonora non mostra particolari picchi ma accompagna bene gli episodi ed è funzionale agli eventi che vengono narrati nella serie. Meritano una particolare nota di merito le due theme song composte per questa serie animata: Aranami di Tacica per l’intro e Pride di Harumi per l’ending theme.

Nami yo Kiitekure: un’inaspettata e piacevole sorpesa

Wave, Listen to Me! - Un viaggio nella follia di Minare e nella Radio

Consigliamo la visione di Wave, Listen to me! – Nami yo Kiitekure a tutti, anche a chi solitamente non è un’appassionato di animazione. Questo proprio perché qui non abbiamo una serie fantasy/isekai con quei luoghi comuni di cui si pensa che siano pieni gli Anime. La narrazione sa essere coinvolgente, e più di una volta vi troverete a sorridere davanti allo schermo per l’assurdità di alcune situazioni; perché spesso la realtà può superare l’immaginazione oltre ogni aspettativa.

EvoGames consiglia!
Se ti piacciono i videogiochi ti aspettiamo sul nostro canale telegram.

EvoGames Entra nel gruppo EvoGames!

Seguici anche su Twitch! EvoGames!

Iscriviti al nostro nuovo canale Youtube! EvoGames

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più