Xbox Series X: prestazioni da urlo con Xbox Velocity Architecture
Novità XBOX

Xbox Series X: prestazioni da urlo con Xbox Velocity Architecture

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Dopo essersi concentrata a lungo sulla potenza di calcolo di Xbox Series X, Microsoft finalmente inizia a parlare anche delle ottimizzazioni pensate per rendere più veloce il flusso di dati all’interno della console. Un fattore assolutamente da non sottovalutare: con le potenze messe in gioco con la next gen sarà necessario avere un flusso di dati imponente da fornire a GPU e CPU; questo in modo tale che possano mostrare tutto il loro potenziale.

Leggi anche: Ubisoft Forward 2020: le principali novità dell’evento

100 GB DI DATI NON COMPRESSI SUBITO DISPONIBILI: TUTTO CIÒ È POSSIBILE CON XBOX VELOCITY ARCHITECTURE

Dopo che si è tanto parlato delle sorprendenti capacità della memoria SSD di PS5, anche Microsoft ha deciso di togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Questo per dimostrare che anche Xbox Series X non sarà da meno della console rivale.

“C’è molto di più oltre ai freddi numeri e alle specifiche tecniche”.

Sono queste le parole di Microsoft mentre parla della tecnologia Xbox Velocity Architecture. Questo nome non identifica in effetti un singolo componente ma tutto il sistema di input/output. Secondo le promesse di Microsoft questa architettura proprietaria è in grado di garantire una accesso immediato da parte della console a ben 100 GB di dati non compressi.

Uno degli elementi fondamentali oltre ad SSD prestante è la presenza della decompressione accelerata tramite chip hardware (una componente in realtà presente anche sulla console di Sony). Questa componente unita al Direct Storage ed al Sampler Feedback Streaming permetterebbero prestazioni da urlo in grado di influire sulle prestazioni dei giochi. Infine sul canale YouTube di Xbox è stato rilasciato un trailer dedicato a Xbox Velocity Architecture che però non mostra nessun dettaglio tecnico.

Ma quindi i giochi come ne beneficeranno? La maggiore quantità di dati resi disponibili fin da subito permetterà non solamente l’eliminazione dei tempi di caricamento, ma anche la possibilità di realizzare mondi di gioco ancora più dettagliati e ampi di quanto non fosse possibile in passato.

Per avere un riscontro pratico di questo atteso salto generazionale intanto possiamo aspettare con un certo interesse il prossimo evento del 23 Luglio che sarà dedicato proprio ai giochi first party realizzati per Xbox Series X. Questa volta Microsoft riuscirà ad essere all’altezza delle aspettative?

Via: Multiplayer

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più