PS5: giro di prova per la next gen di Sony in Giappone
Novità Playstation

PS5: giro di prova per la next gen di Sony in Giappone

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Siete ansiosi di sapere come funziona la prossima ammiraglia di casa Sony? In occasione della YouTube Gaming Week l’azienda ha fatto provare PlayStation 5 ai più importanti YouTuber giapponesi ed ovviamente anche a Famitsu. Purtroppo non è stata mostrata la dashboard della console ma sono stati mostrati nel dettaglio il nuovo DualSense e due giochi: Godfall e Astro’s Playroom.

Leggi anche: I 18 titoli gratis di PlayStation Plus Collection per PS5

ESPERIENZA POTENZIATA GRAZIE A DUALSENSE E CONSOLE MOLTO SILENZIOSA

Come già anticipato, purtroppo chi ha provato PS5 non ha potuto mostrare la dashboard di sistema. In questo modo non è stato possibile provare la modalità di sospensione dei giochi, grazie alla quale sarà possibile passare da un gioco ad un’altro senza doversi preoccupare dei salvataggi.

In compenso, tramite le prime impressioni pubblicate su Dengeki Online, veniamo a sapere che PS5 è una console molto silenziosa. Cosa che di certo non si può affermare per PS4, specie nella sua variante Pro e  con i giochi più esigenti in termini di risorse (uno fra tutti The Last of Us: Part 2). Si tratta di un’affermazione che darebbe conferma del buon lavoro svolto dagli ingegneri Sony sul sistema di dissipazione del calore della console.

Gran parte dell’attenzione è stata rivolta ancora una volta al nuovo controller DualSense che sarà ricco di nuove funzionalità. Sono stati mostrati in azione i trigger adattivi, la possibilità di usare il microfono per simulare soffio all’interno del gioco, ed è stato lodato ancora una volta il feedback aptico. Buone impressioni per quanto riguarda l’impugnatura del nuovo controller, resa molto confortevole anche dalla superficie leggermente ruvida.

I giochi mostrati nelle anteprime sono Astro’s Playroom e Godfall. Il primo sarà preinstallato in tutte le PS5 e sfrutterà tutte le nuove funzioni del nuovo DualSense. Grazie a Godfall invece è stato possibile notare ancora una volta le ottime prestazione della memoria SSD. I tempi di respawn sono infatti notevolmente ridotti a quelli ottenibili con le console di attuale generazione.

In attesa che arrivino anche i primi hands on anche da noi in Europa, aspettiamo con fiducia nuove notizie sulle prossime ammiraglie che si daranno battaglia tra pochi mesi. Ma sarà una next gen che per un po’ farà fatica a partire per davvero; sia per l’assenza di una nutrita schiera di titoli, che per le scarsa disponibilità di console al lancio.

Via: Vg247

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più