Parliamo di Anime e Manga: 5 Cm al secondo il film
Recensioni

Parliamo di Anime e Manga: 5 Cm al secondo il film

STIMA TEMPO DI LETTURA: 6 min

Tra una settimana arriverà finalmente nei cinema italiani 5 Cm al secondo. Molti di voi forse già conosceranno il titolo di questo film. Per chi invece non lo conoscesse si tratta del secondo  film di animazione realizzato da Makoto Shinkai, un regista divenuto famoso per il recente successo ottenuto con Your Name. Il film verrà proiettato il 13, 14 e 15 Maggio e purtroppo non in tutte le sale italiane. Per controllare la lista di film aderenti alla proiezione vi consigliamo di controllare la pagina ufficiale dedicata all’evento.

Leggi anche: Parliamo di Anime e Manga: Boogiepop and Others

 

COS’È 5 CM AL SECONDO?

Parliamo di Anime e Manga: 5 Cm al secondo il film
A che velocità cadono i petali di ciliegio? – Evosmart.it | Games

Il titolo scelto per questo film è abbastanza curioso e atipico anche per un film di animazione giapponese. La scelta stessa di dare un titolo legato ad una precisa velocità è perché per Shinkai il fulcro della pellicola non sono i sentimenti stessi, ma la velocità con cui essi cambiano, maturano o come semplicemente percepiamo alcuni momenti della nostra vita. Ma tra tutte le velocità perché 5 Cm al secondo? Come spiegato da Akari all’inizio del film questa è la velocità a cui cadono i petali di ciliegio con un effetto che ricorda quasi una nevicata.

Se avete visto e apprezzato Your Name però è meglio fare una precisazione. A differenza dell’ultimo lavoro di Shinkai, 5 Cm al secondo non è un film “classico”, bensì si tratta di una narrazione ad episodi. Gli episodi del film sono 3 e ognuno di essi ha tematiche e scelte narrative diverse pur condividendo la stessa storia.

TRE CAPITOLI, TRE MOMENTI CHIAVE

Parliamo di Anime e Manga: 5 Cm al secondo il film
Il secondo episodio del film è forse il più bello nel comparto artistico – Evosmart.it | Games

Nel primo episodio “Il capitolo dei fiori di ciliegio” il protagonista Takaki farà di tutto per poter reincontrare Akari prima di trasferirsi nella lontana Kagoshima. Il viaggio in treno, lungo ed estenuante, sarà ostacolato dalle continue soste dovute al maltempo e la paura di poter aver fatto un viaggio a vuoto si insinuerà sempre di più dentro ai pensieri di Takaki.

Il secondo episodio “Cosmonaut” invece si concentra di più sulla distanza emotiva tra persone. Spesso, pur stando vicini, le distanze emotive tra due persone potrebbero essere tali da sembrare quasi invalicabili. Riuscirà Kanae a confessare il suo amore?

Il terzo episodio invece porta il titolo stesso del film e funge da vero e proprio epilogo. Non potendovi dire molto sulla storia, pena il rischio spoiler, al termine del film avremo un sorta di completamento per il percorso emotivo di Takaki ormai adulto ed impegnato in lavoro che non lo soddisfa. Ed Akari invece che strada avrà preso?

REGIA E TANTI TANTI FONDALI STUPENDI

Parliamo di Anime e Manga: 5 Cm al secondo il film
Questo è solamente uno dei bellissimi fondali presenti nel film – Evosmart.it | Games

Se la storia, la sceneggiatura e la caratterizzazione dei personaggi non sono il punto forte dell’opera lo stesso non possiamo dirlo per la direzione artistica di questo film. La regia punta su ritmi lenti ed adatti a far entrare lo spettatore nelle vicende e nelle riflessioni dei protagonisti (vero punto centrale del film). Le interazioni tra di loro sono poche se confrontate alle continue riflessioni emotive dei personaggi volute probabilmente per far entrare lo stesso spettatore dentro le vicende. Le inquadrature spesso indugeranno su particolari quotidiani e molto familiari (almeno per il pubblico giapponese) e questo è un fattore voluto per permettere allo spettatore di far ancora più proprie le immagini del film.

Makoto Shinkai:Si può considerarequest'opera come un film, ma da tanto tempo volevo creare delle immagini di breve durata, che potessero infilarsi nella vita quotidiana, ma nello stesso tempo facessero appello ai nostri sentimenti.

Un altro salto di qualità il film lo fa nell’uso particolare e ricercato dei colori. Oltre ad inquadrature ravvicinate non ne mancheranno altre di più ampio respiro dove non potremo fare a meno di notare gli stupendi fondali realizzati da Tanji Takumi. Lo stesso Shinkai ha lavorato insieme allo staff nella realizzazioni dei fondali, i quali sono uno dei grandi punti forti di questa pellicola. Alcuni fotogrammi chiave del film sembrano delle vere e proprie opere d’arte.

COLONNA SONORA E DOPPIAGGIO

Gran parte delle vicende ruoteranno attorno ad Akari e Takaki – Evosmart.it | Games

La colonna sonora composta da Tenmon sfrutta il pianoforte come strumento principale, andando a costituire una musica carica di malinconia che in più punti riprende la theme song “One more time” di Yamazaki Masayoshi. Questa canzone composta ben 10 anni prima della realizzazione del film si adatta perfettamente nel testo ai temi principali del film.

Il doppiaggio, sia italiano che giapponese, è di buon livello, anche se devo precisare che il doppiaggio originale ha una piccola marcia in più. Il film proiettato al cinema avrà lo stesso doppiaggio dell’edizione Home Video realizzato da KAZÉ. So che molti di voi storceranno il naso sentendo questo nome, ma per fortuna questo è uno dei pochi casi in cui il publisher francese non ha fatto un disastro nella realizzazione dell’adattamento italiano.

CONCLUSIONI

Trattandosi di un film particolare e con qualche pecca a livello narrativo prima di consigliarvi la visione di questo film vi devo avvertire. Se avete apprezzato Your Name preparatevi ad un film molto più introspettivo e dedicato alle riflessioni interiori dei nostri protagonisti. In questa pellicola avvolta da nostaglia e malinconia non ci sarà spazio per alcun tipo di siparietto comico. La natura “pesante” della pellicola però è compensata dalla sua breve durata (62 minuti) e da una direzione artistica stupenda. Un altro merito di 5 Cm al secondo è la sua capacità di far rivivere importanti emozioni (anche personali) agli spettatori che riusciranno a calarsi all’interno dei suggestivi scenari realizzati dallo studio Comix Wave (all’epoca della realizzazione del film erano quasi letteralmente 4 gatti). Consiglio anche a chi non ha mai visto un film di Shinkai di dare una possibilità a questo film visto che si tratta di un buon modo per iniziare a seguire il suo percorso nel mondo dell’animazione.

EvoGames consiglia!
Se ti piacciono i videogiochi ti aspettiamo sul nostro canale telegram.

EvoGames Entra nel gruppo EvoGames!

Seguici anche su Twitch! EvoGames!

Iscriviti al nostro nuovo canale Youtube! EvoGames

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più