Novità

Steam ed Apple: conflitto d’interesse

STIMA TEMPO DI LETTURA: 3 min

Ai piani alti di Steam e per la precisione al patron di Valve, Gabe Newell, non sarà sicuramente andata a genio, la decisione di Apple di bloccare i piani di sviluppo della più grande piattaforma di distribuzione di videogiochi per PC al mondo.

I fatti: Steam, il negozio online di giochi scaricati su PC Windows, aveva pianificato di rilasciare un’app gratuita per telefoni cellulari con sistema iOS, chiamata Steam Link in modo che i giocatori potessero continuare a giocare sui loro telefoni cellulari mentre erano lontani dalle loro macchine desktop.

Ma secondo una dichiarazione della Valve, (la casa madre di Steam sita a Washington), Apple avrebbe bloccato l’uscita ufficiale dell’applicazione.

[stextbox id=’info’ caption=’Cosa è Steam? WikiEvo’ collapsed=”true”]

Steam è una piattaforma sviluppata da Valve che si occupa di distribuzione digitale, di gestione dei diritti digitali, di modalità di gioco multi giocatore e di comunicazione. Viene usata per gestire e distribuire una vasta gamma di giochi (alcuni esclusivi) e il loro relativo supporto. Tutte queste operazioni sono effettuate via Internet.

Steam è stato attivato il 12 settembre 2003[1], ed è disponibile sulle piattaforme Microsoft Windows, macOS (dal 12 maggio 2010), GNU/Linux (dal 14 febbraio 2013), Android, iOS e Windows Phone.

[/stextbox]

Queste le dichiarazioni del portavoce di Valve Doug Lombardi: “Il team ha trascorso molte ore su questo progetto e sul processo di approvazione, quindi siamo chiaramente delusi”, ma speriamo che Apple lo riconsidererà in futuro.”

L’analisi: secondo l’analista Bob O’Donnell, capo di TECHnalysis Research, la mossa di Apple per bloccare Steam potrebbe danneggiarla in quanto la piattaforma PC, ha utenti tra i 18 e 24 anni, più della metà dei quali ha iPhone, secondo la sua ricerca.

“Quello che stanno facendo è negare ai proprietari di iPhone l’accesso all’ecosistema di gioco più importante che esiste”, ha affermato. “Dato che i giovani sono inclini verso iPhone, tutto ciò sembra particolarmente dannoso.”

Collage logo steam
Collage logo steam

Non si conoscono i motivi precisi per i quali Apple abbia rifiutato l’applicazione. Steam ha affermato solo che Apple ha fatto riferimento a: “conflitti commerciali con le linee guida per le app”. Ma il conflitto si basa probabilmente su quelli che sono noti come gli acquisti in-app o micro-transazioni, in cui i giocatori possono spendere piccole somme di denaro all’interno dei giochi per acquistare token, vite extra o altri cosiddetti beni digitali.

Acquisti in app Apple Store
Acquisti in app Apple Store

Apple prende il 30% degli acquisti effettuati all’interno di app distribuite attraverso il suo App Store. Gli analisti ritengono che tali acquisti siano tra i principali nell’entrate del business dei servizi di Apple.  L’ecosistema è formato da App Store, iCloud e Apple Music. Nell’ultimo trimestre di Apple, i ricavi da servizi hanno raggiunto 9,1 miliardi di dollari, superando le aspettative di Wall Street.

Steam, tuttavia, offre anche acquisti all’interno di giochi distribuiti attraverso la sua piattaforma e prende anche una percentuale su tali acquisti. Le linee guida dell’Apple App Store vietano “un negozio all’interno di un negozio” a meno che per gli acquisti non si usi l’infrastruttura Apple e che paghino una percentuale ad Apple.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più