nvidia logo
Novità

NVIDIA RTX, primi test e specifiche

STIMA TEMPO DI LETTURA: 3 min

NVIDIA ha da poco presentato le nuovissime GPU consumer con architettura Turing, la nuova microarchitettura delle GPU NVIDIA, che permetterà grazie ad un incremento notevole delle prestazioni, di giocare alla maggior parte dei titoli in risoluzione 4K con una configurazione a scheda singola.

Molte delle novità di RTX sono tutt’ora confidenziali, e probabilmente non si saprà nulla prima del 20 settembre, data ufficiale della commercializzazione delle nuove schede. Oltre che a miglioramenti prestazionali, la nuova architettura porta delle feature interessanti che dovrebbero migliorare la qualità delle immagini in-game, e che sfruttano la potenza di queste nuove GPU.

GEFORCE RTX: ARCHITETTURA TURING ED AI PER MIGLIORARE L’IMMAGINE

incremento prestazionale touring
GeForce RTX, grafico prestazioni | Evosmart.it

Stiamo parlando della nuova tecnologia per la gestione dell’anti-aliasing, chiamata DLSS (acronimo di Deep Learning Super-Sampling), che permette di ottenere una qualità immagine praticamente identica alla controparte TAA, disponibile sulle GPU di precedente generazione, usando un algoritmo di Deep Learning che analizza la scena renderizzata e migliora la qualità dell’immagine prima di inviarla al display.

Questa tecnica permette di ottimizzare l’uso della GPU, riducendo il carico di Image Processing In-Game, che viene trasferito ai Tensor Core (core dedicati ai task intelligenza artificiale, introdotti con Volta sulle GPU Professional). La nuova tecnica, combinata alla superiore potenza della nuova GPU RTX 2080 Ti, in un confronto con la vecchia generazione, rappresentata da una GTX 1080 Ti con TAA (Temporal Anti Aliasing) attivo, ha dimostrato di essere molto efficace per quanto riguarda il miglioramento dell’immagine, che era pressoché indistinguibile da TAA, ma con un incremento delle prestazioni pari a due volte la precedente generazione.

L’incremento delle prestazioni non è da attribuire al solo DLSS, ma anche ad un miglioramento generale dell’architettura delle GPU RTX, che include prestazioni CUDA Core migliorate (+21% rispetto alla generazione Pascal), larghezza di banda superiore della VRAM (+27% rispetto alla generazione Pascal) e ottimizzazione del software.

Le specifiche tecniche delle varie schede sono le seguenti:

  • GeForce RTX 2080 Ti: 4352 CUDA Cores, clock GPU 1350 MHz con Boost a 1545 MHz (OC 1635 MHz), memoria a 14 Gbps, 11 GB di VRAM GDDR6 e larghezza di banda bus di 352 bit. Prezzo di listino 1279 € Founders Edition
  • GeForce RTX 2080: 2944 CUDA Cores, clock GPU 1515 MHz con Boost a 1710 MHz (OC 1800 MHz), memoria a 14 Gbps, 8 GB di VRAM GDDR6. Prezzo di listino 869 € Founders Edition
  • GeForce RTX 2070: 2304 CUDA Cores, clock GPU 1410 MHz con Boost a 1620 MHz (OC 1710 MHz), memoria a 14 Gbps, 8 GB di VRAM GDDR6. Prezzo di listino 649 € Founders Edition

L’incremento di prezzo rispetto alla precedente generazione è di circa 100 €, giustificato se si pensa ai miglioramenti Hardware e software che sono stati introdotti con la generazione Turing. Lo spunto AI inoltre le proietta verso un futuro che non è necessariamente legato al mondo del gaming, ma che potrebbe avvicinare NVIDIA ancor di più al mondo dell’intelligenza artificiale, grazie al supporto della community.

E voi? Che ne pensate di queste nuove GeForce RTX? Fatecelo sapere qua sotto nei commenti.

Via: HWUpgrade

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più