Nintendo Switch Online: gli utenti preferiscono la formula mensile
Gaming Nintendo Novità

Nintendo Switch Online: gli utenti preferiscono la formula mensile

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Secondo il presidente Shintaro Furukawa, gli abbonati a Nintendo Switch Online gradiscono molto di più la formula mensile rispetto a quella annuale.

Stando a quanto detto da Furukawa durante una sessione di Q&A (domande e risposte) con gli investitori, moltissimi abbonati al servizio online  scelgono l’abbonamento che la grande N meno gradisce, ovvero quello mensile. Evidentemente sono troppi, visto che Nintendo gradirebbe di più l’opzione annuale, in modo tale da tenersi gli utenti paganti più a lungo con sé. Le prossime mosse della casa di Kyoto punteranno dunque a migliorare la qualità del servizio, per attirare più giocatori. Purtroppo Furakawa non è entrato nei dettagli, quindi non è stato detto dove Nintendo intenderà agire, ma i punti chiave per migliorare il servizio saranno il miglioramento dei rapporti con l’utenza e l’incremento dei contenuti.

Nintendo Switch Online: gli utenti preferiscono la formula mensile
Nintendo Switch Online: gli utenti preferiscono la formula mensile | Evosmart.it

Nintendo riuscirà a rilanciare il servizio?

Per chi non lo conoscesse Nintendo Switch Online è il servizio ad abbonamento lanciato il 19 settembre  scorso da Nintendo. Il servizio, oltre a permettere di giocare online ai vari giochi che danno all’utente la possibilità di usufruire del multiplayer. Oltre che consentire il salvataggio online e le chat vocali, consente agli abbonati di scaricare e poter giocare ai classici del NES (Nintendo Entertainment System) scegliendo tra moltissimi titoli disponibili mensilmente (un pò come accade per Xbox Live Gold e Playstation Plus). Il prezzo è di 3.99 euro per la formula mensile, 7.99 per la trimestrale e infine 19.99 per l’annuale.

Leggi anche: Assassin’s Creed 3 Remastered su Switch?

Tuttavia nonostante i costi estremamente bassi rispetto alla concorrenza non a molti utente è andato a genio l’abbonamento. Infatti son pochi gli utenti veramente interessati al NES (benissimo sostituibile con un banale emulatore) e quindi pagare anche solo 20 euro l’anno per un servizio gratuito fino al 18 settembre 2018 ha fatto strizzare gli occhi a molti..

Fonte | Via

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più