Crunchyroll: 3 serie Anime da vedere - Ottobre 2019 - Evosmart.it | Games
Curiosità Novità

Crunchyroll: 3 serie Anime da vedere – Ottobre 2019

STIMA TEMPO DI LETTURA: 6 min

Crunchyroll a differenza di Netflix è parzialmente gratuita ed il suo catalogo si concentra quasi esclusivamente sull’animazione giapponese. Purtroppo essendo la piattaforma nata negli Stati Uniti non troveremo doppiaggi in italano come invece succede su VVVVID e Netflix ma ci dovremo “accontentare” dei soli sottotili.

Crunchyroll è una piattaforma gratuita che offre alcuni vantaggi agli utenti che pagano l’abbonamento premium. Con un’abbonamento di 4,99€ al mese gli episodi saranno disponibili in simulcast, con risoluzione HD e senza interruzioni pubblicitarie. Gli utenti free invece si devono accontentare di una qualità video inferiore e sarà necessario aspettare una settimana per poter vedere i nuovi episodi. In questo caso i vantaggi dell’account premium sono tanti e potrebbe valerne la pena se siete dei divoratori di anime stagionali. È possibile provare i vantaggi dell’account premium tramite una prova gratuita di 14 giorni.

Leggi anche: Demon Slayer: il battle shonen del momento

JUNI TAISEN: ZODIAC WAR

Crunchyroll: 3 serie Anime da vedere - Ottobre 2019 - Evosmart.it | Games
12 casate, una per ogni segno zodiacale, un solo vincitore

Potrebbe trattarsi dell’ennesimo battle royale, non fosse che la serie in questione sia la trasposizione dell’omonima ligth novel del prolifico Nisioisin, famoso per essere l’autore delle Monogatari Series. Ne deriva quindi che questa serie, comunque legata ai canoni del genere, sia diversa dal classico battle royale.

Juni Taisen: Zodiac War non prevede un unico protagonista, ma un cast di 12 personaggi ognuno con le proprie peculiarità, ulteriormente rafforzate dal character design di Hikaru Nakamura. Ognuno di essi rappresenta un segno zodiacale cinese e il focus principale della serie sarà incentrato sulla loro caratterizzazione. Infatti la serie non punta ad avere un esito incerto, anzi tutt’altro: prima della morte di ogni protagonista verrà presentato il suo background e la sua storia. Gli stessi scontri si risolveranno in pochissimo tempo, in quanto lo scontro tra i protagonisti si svolge perlopiù verbalmente. Infatti l’intenzione da parte dell’autore è quella di far emergere la personalità di ognuno di essi.

Di fatto lo stesso Juni taisen, lo scontro mortale nel quale i 12 si affronteranno, diventerà quindi poco più di un pretesto per mostrare le peculiarità di ognuno dei protagonisti. Una serie consigliata che però potrebbe dividere il pubblico, chi cerca semplicemente un anime pieno di azione dovrebbe guardare altrove.

THE ANCIENT MAGUS BRIDE

Crunchyroll: 3 serie Anime da vedere - Maggio 2019

Tratto dall’omonimo manga, The Ancient Magus Bride si tratta di fantasy pervaso da un’atmosfera particolare, dovuta anche all’ispirazione derivata da elementi folkloristici provenienti dalla mitologia Anglo-sassone.

La protagonista Chise Hatori è una sleigh beggy; questo aspetto, raro tra i maghi, le consente di vedere gli esseri magici ed attrarli a se. Ma questa condizione è tutto tranne che completamente positiva, infatti questo potere ha fortemente condizionato la sua infanzia e, una volta rimasta orfana, sentendosi indesiderata da parte dei suoi parenti decide di abbandonare ogni preoccupazione vendendosi come schiava. A comprarla sarà Elias Ainsworth, un mago dall’aspetto particolare per via della sua testa a forma di teschio.

L’intento di Elias è quello di prendere Chise con se come apprendista maga. Il potere degli sleigh beggy è tale da poterli portare, se non addestrati, alla morte entro breve proprio per via della loro capacità di incanalare una grandissima quantità di potere magico.

Col progredire della storia i due inizieranno a influenzarsi a vicenda durante la propria crescita personale. Chise ormai priva di ogni aspettativa verso il mondo inizia a riprendere le redini della propria vita e a darsi uno scopo. Elias invece, non essendo completamente umano, ancora non riesce a comprendere bene i sentimenti altrui oltre a quelli che prova stando a contatto con le persone. Insieme a Chise riuscirà pian piano ad affrontare e a dare un nome alle proprie emozioni, anche quelle più violente.

La serie è altamente consigliata, ed oltre a presentare una storia romantica non convenzionale, mostra allo spettatore un importante percorso di crescita per entrambi i protagonisti della serie. Il tutto condito da un mondo fantasy di stampo europeo che riesce a risultare affascinante.

ZOMBIE LAND SAGA

Crunchyroll: 3 serie Anime da vedere - Ottobre 2019 - Evosmart.it | Games
Come salvare la prefettura di Saga? Ma ovvio: con un gruppo di idol zombie!

La serie parte da una premessa veramente assurda: e se venisse fondato un gruppo composto da idol zombie? L’ìncipit tanto assurdo da il via ad una delle serie più sorprendenti del 2018. La protagonista Sakura Minamoto è un’aspirante idol, tutto sembra andare per il verso giusto, se non che muore investita dal solito furgone (principale causa di morte in una serie nipponica).
Al risveglio si troverà circondata da zombie, ma questa volta non è l’inizio di uno zombie movie. L’assurdo e strampalato Kotaro, al fine di salvare la prefettura di Saga, ha deciso di radunare delle ragazze zombie per formare un gruppo idol.

La serie mi ha incuriosito proprio per la premessa assurda e non avrei pensato potesse sorprendermi così tanto. Unendo un mix di comicità e follia, questa serie riesce a intrattenere e divertire lo spettatore, anche chi non è mai stato attratto dalle serie dedicate ai gruppi idol. La principale forza di Zombieland Saga infine sta nelle caratterizzazione dei singoli personaggi. Sakura infatti non sarà l’unica protagonista; tutte le ragazze non-morte avranno una passato da affrontare e superare per poter andare avanti. Sì anche se sono delle zombie.

Nota di merito finale per il doppiaggio, ed in particolare per Mamoru Miyano, che ha dato la voce a Kotaro. Senza la sua interpretazione probabilmente il personaggio non avrebbe avuto la stessa carica comica e la serie ne ha giovato positivamente. Concludendo la consiglio a tutti, soprattutto se siete in cerca di una serie leggera, senza troppe pretese e che non si fa mancare davvero nulla, o quasi. L’unico neo è la scelta da parte dello studio Mappa di animare alcune scene (soprattutto quelle ballate) in CGI, per il resto la serie mantiene un buon livello tecnico e resta decisamente godibile.

EvoGames consiglia!
Se ti piacciono i videogiochi ti aspettiamo sul nostro canale telegram.

EvoGames Entra nel gruppo EvoGames!

Seguici anche su Twitch! EvoGames!

Iscriviti al nostro nuovo canale Youtube! EvoGames

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più